Chiedi aiuto a una professionista:

899.54.55.55

Il metodo Egizio nella cartomanzia

metodo-egizio

L'Egitto ha sempre affascinato l'uomo. Pieno di misteri e cose ancora da scoprire, tra le tante innovazioni e reperti si è venuto a scoprire l'esistenza di un metodo per la lettura dei tarocchi.

Il metodo Egizio nella cartomanzia
899.54.55.55

Il metodo così detto "Egizio", è utile per tutti coloro che vogliono conoscere meglio se stessi, quindi idoneo anche per autlettura.

La disposizione delle carte è simile alla croce di Ankh (☥), detta anche chiave della vita, che è il simbolo della vita. Nei geroglifici, questo simbolo può assumere diversi significati in base al contesto.

L'obiettivo di questa tecnica della cartomanzia è conoscere delle informazioni generiche, che fanno capo ad un percorso spirituale e di conoscenza dell'"Io" più profondo.

La lettura è sempre generica, quindi le carte non si occupano di un campo in particolare.

La disposizione delle carte

Andiamo ad analizzare questo sistema, partendo dalla disposizione delle carte dei tarocchi.

Da prassi, il cartomante, o chi effettua la lettura, deve mescolare il mazzo, per poi estrarre dodici carte a caso.

Le prime sei vanno posizionate in verticale, dove la carta numero uno sarà quella posta più in basso.

Le altre sei carte vanno poste, una a destra ed una a sinistra, delle carte 3, 5 e 6.

L'interpretazione

Possiamo scoprire molto di più andando a capire l'esatto significato delle carte, in base al loro ordine.

Le carte numero 1 e 2 simboleggiano il consultante, ovvero chi si reca dal cartomante per conoscere meglio se stesso.

Le carte 3, 7 e 8 invece, si occupano di definire il presente.

Scendendo nei dettagli, la carta numero tre raffigura il presente odierno, con tutte le preoccupazioni che possono ostacolare la felicità. La numero sette ci descrive tutti gli aspetti negativi che impediscono un'evoluzione, vista dal lato psicologico.

Infine, la carta n° 8 rappresenta tutti gli elementi positivi, da sfruttare per superare gli ostacoli della vita.

La carta n° 4 è molto importante, poiché è quella del futuro. Ci descrive in maniera accurata il percorso migliore da percorrere.

Saliamo fino alla cima della croce, dove troviamo le carte 5 e 6: che parlano del futuro più lontano. Ci saranno successi nella vita spirituale della persona?

Le ultime carte rimanenti sono: la 9, la 11, la 10 e la 12: nell'insieme offrono una descrizione globale del futuro. Vengono uniti sia gli aspetti positivi che quelli negativi. 

Curiosità

Nella lettura dei tarocchi, secondo il metodo egizio, le quattro carte che compongono il "vertice" hanno dei significati ben precisi da interpretare:

  • Le carte "pari" sono tutti gli elementi e le cose a vantaggio del consultante
  • Le carte "Dispari", al contrario, sono tutte le cose negative che contrastano i pensieri positivi.

Ultimo aggiornamento il alle