Tarocchi Zingara

I tarocchi della zingara o sibille della zingara sono tra i più famosi e diffusi in tutto il mondo.

Mentre gli arcani tradizionali hanno una connotazione fortemente simbolica, che affonda le sue radici in secoli di storia, i tarocchi della zingara hanno un approccio molto più concreto alla realtà.

Tarocchi Zingara
899.54.55.55

Non sono quindi archetipi ma carte che rappresentano fatti ed eventi concreti.

Inoltre contrariamente agli arcani tradizionali, di fianco alle carte della zingara, vi è sempre l’interpretazione di ciò che quella carta rappresenta.

Tuttavia, come per i tarocchi, esistono diversi metodi di lettura per esse. Alcuni sono identici a quelli della lettura degli arcani tradizionali: il metodo della croce celtica, il metodo delle tre carte, il metodo del sì e del no. Altri inveci sono stati creati dai gitani in modo specifico appositamente per la lettura delle Sibille come ad esempio: il metodo delle quattro stagioni o il metodo dell’incrocio d’amore.

Le origini di queste Sibille sono comunque abbastanza sconosciute: moltissimi autori le fanno risalire alla tradizione gitana. Tuttavia alcuni sostengono che furono proprio i gitani ad inventarle, altri invece che siano state inventate da un’illustratore legato alla tradizione gitana.

Molti cartomanti ritengono che rispetto ai Tarocchi siano più facili da interpretare: in parte può essre vero visto che ogni sibilla rappresenta una situazione, un evento o un aspetto concreto della vita reale, quindi il livello della lettura può essere ben più dettagliato. Tuttavia spesso queste carte sono portatrici anche di un significato metaforico o allegorico e anche in questo caso può essere molto difficile capire in  quale caso utilizzare il significato letterale e in quale quello metaforico.

Addirittura alcuni cartomanti le ritengono le più difficili in assoluto in quanto per poterle leggere è necessaria una grande sensibilità, che solo pochi cartomanti e solo dopo una certa esperienza è possibile avere.

Sono sicuramente le “Sibille” le carte più usate e famose , che prendono il nome di “Sibille” dalla cartomante Madame Lenormand.
Di sicuro l’autore ( o gli autori ) di questo particolare mazzo di carte devono essersi ispirati ad una tradizione divinatoria e ad un esoterismo molto radicato, sia in fatto di cultura, che in fatto di stesse tradizioni.

Le sibille, nel corso degli anni, hanno subito diversi “restyling” ma il loro fascino e il loro potenziale di divinazione è rimasto inalterato.

Sono sempre di più i consultanti che ammettono di aver ottenuto responsi estreamente precisi e che poi si sono realizzati.

Se gli zingari gitani ci hanno consegnato questo mazzo di carte sicuramente hanno reso un buon servigio alla cartomanzia e all’arte di predire il futuro.

Lettura Carte Zingara

La lettura delle carte della Zingara avviene utilizzando le famose “Sibille”, tra le carte più diffuse e utilizzate in assoluto.

Contrariamente ai Tarocchi classici, sulle Sibille è sempre possibile leggere un testo che offre l’interpretazione più basilare della singola lama.

Tutto ciò rende molto difficile la possibilità che si verifichi una cattiva interpretazione delle carte.

E’ importante sempre utilizzare la cartomanzia telefonica per richiedere il consulto. Infatti negli ultimi tempi sono proliferati dei servizi di cartomanzia online, che vengono fatti gratuitamente o a prezzi molto bassi.

Lettura Carte Zingara
899.54.55.55

Tali servizi mancano di un aspetto importante determinante nel consulto, ovvero l’empatia che si deve creare tra consultante e il lettore.

Le origini delle Carte della Zingara

Le origini delle Sibille della zingara sono avvolte nel mistero. Molti autori ritengono che furono proprio i gitani ad inventarle, altri invece ritengono che un illustratore trasse ispirazione dal mondo gitano per realizzare il mazzo di carte.

Molte cartomanti ritengono che questes siano più semplici rispetto ai Tarocchi. In parte è vero: infatti ogni Sibilla rappresenta un’ immagine precisa (spesso un personaggio reale) che è facilmente intuibile da quello che rappresenta. Tuttavia altri ritengono che in realtà le sibille siano molto più difficili in quanto è necessaria una grande esperienza per determinare le relazione tra le Sibille stesse.

Le ultime scuole di pensiero le reputano in assoluto le più difficili: chiunque si appresti a consultarle deve essere dotato necessariamente di una straordinaria sensitività.

Le Sibille della Zingara sono senz’altro quelle più utilizzate, insieme a quelle che prendono il nome di “Sibille di Madame Lenormand”.

Nel corso degli anni queste Sibille hanno subito alcuni cambiamenti. Come per i tarocchi ci sono state diverse reinterpretazioni grafiche e aggiornamenti, ma il loro potenziale divinatorio è rimasto sempre inalterato.

Molti sono i consultanti che affermano di aver ricevuto divinazioni quanto mai precise e veritiere attraverso le Sibille della Zingara.

Se gli zingari gitani ci hanno dunque consegnato un “ottimo” mazzo di carte e hanno reso un buon servigio alla cartomanzia e all’arte di predire il futuro.

Il Ventaglio della Zingara

Esistono molti metodi per leggere le Sibille, ma il metodo del Ventaglio Zingara è senz’altro diffuso.

Il funzionamento di questo metodo di lettura è piuttosto semplice: Vengono disposte 9 carte sul tavolo in tre file diverse: una da 4 carte in alto, una al centro da tre carte ed una in basso da 2.

La disposizione a “piramide rovesciata” ricorda anche un ventaglio aperto.

Nella disposizione le quattro carte in alto rappresentano il passato, metre le due file sottostanti rappresentano il futuro.

Le carte sono in una situazione gerarchica: infatti le due carte della fila in basso, hanno una importanza e una forza maggiore rispetto alle altre due.

I tarocchi della zingara sono dei metodi di predizione del futuro molto importanti: sono i più antichi al mondo.

Tarocchi Zingara
899.54.55.55

Hanno origini talmente antiche che si sono perdute ne tempo, i Tarocchi della Zingara. Sono le Sibille più utilizzate, le più conosciute. Quelle più precise che hanno sempre riscontro nella realtà e nel futuro.

Questo meraviglioso mazzo di carte, misterioso e affascinante, nasce in un’epoca a noi oscura. Si dice sia stato realizzato dagli zingari gitani o da qualcuno che si ispirò a questi.

Ogni carta rappresenta un’immagine che simboleggia un preciso momento della vita, per questo sono tanto attendibili, dal significato facilmente intuibile, certamente esoterico. Anche se impersonate da immagini di semplice comprensione, le Carte della Zingara devono essere lette nell’insieme perché il significato simbolico di una non può mai essere limitato ma messo in relazione con le carte circostanti, per questo, chi si dedica alla lettura di questo mazzo, deve disporre di una sensazionale sensibilità e possedere doti fuori dall’ordinario.

Nei secoli, I Tarocchi della Zingara sono stati ridisegnati più volte senza mai perdere il loro enorme potere divinatorio conservando una tradizione ed un esoterismo fortemente radicato, lo stesso che le accompagna sin dalla loro creazione. Forse create in India migliaia di anni fa, la loro cultura si è diffusa in Europa grazie, appunto, ai popoli gitani che, nel loro girovagare di paese in paese, hanno fato si che il potere di queste Sibille si rafforzasse, attingendo forza dalle diverse culture che incontravano lungo il cammino.

Tarocchi Zingara
899.54.55.55

Tarocchi della Zingara – A cosa servono

Hai delle domande che ti girano incessantemente nella testa? Quesiti ai quali non sai rispondere? Dubbi che affollano i tuoi pensieri e che non riesci a scacciare? Queste carte potranno aiutarti a trovare le risposte che tanto desideri in modo rapido e preciso.

I tempi moderni, l’avvento di internet e il perfezionarsi dei metodi di comunicazione permettono, oramai, di mettere a disposizione di migliaia di persone, in tutto il mondo, i mezzi per conoscere il proprio futuro.

Molte sono le domande che si possono rivolgere ai Tarocchi della Zingara, nessuna di queste rimarrà senza risposta. Problemi di cuore? Vuoi sapere quale sarà il destino di una persona a te cara o se i tuoi figli avranno fortuna? Chiedi senza aver nessuna paura, otterrai una risposta certa ed immediata.

Storia della cartomanzia

La storia dei Tarocchi è antichissima, tanto da essersi perduta nel tempo. L’unica certezza è che, grazie alla contaminazione di diverse culture, le Carte hanno aumentato il proprio potere divinatorio contaminandosi ed evolvendosi fino a plasmarsi in quel che adesso conosciamo.

Le origini di quest’arte divinatoria non sono certe, sappiamo solo che l’aspetto che hanno adesso lo hanno acquisito nel medioevo. E’ dunque impossibile non soffermarsi e riflettere sulla conservazione di queste carte che si sono tramandate, immutate, fino a noi attraversando centinaia di secoli.

La nascita dei Tarocchi, però, va ricercata in tempi ancora più antichi che avvolgono ancor più, se possibile, questa pratica nel mistero.

Molte sono le teorie accreditate che spiegherebbero l’origine dei Tarocchi, eccone le più importanti.

  • L’Antico Egitto: Alcuni credono che, nel XII secolo a.C., i geroglifici che costituivano il Libro di Thoth siano stati sintetizzati e rappresentati nei Tarocchi. Questi sarebbero, quindi, personificazione della scienza e della religione egizia riservata ai Sommi Sacerdoti che, tramite esse, possedevano l’originario sapere universale dal quale si sono sviluppate tutte le altre culture e religioni.
  • La Cina: I Tarocchi ricordano molto da vicino lo I Ching, il libro che, secondo la tradizione, da più di 3000 anni, custodisce l’antica saggezza cinese. I 64 anagrammi del libro venivano estratti, già migliaia di anni fa, per dare indicazioni sul futuro. Questo metodo di divinazione, se unito all’invenzione delle carte da gioco e della carta che vanno attribuite ai cinesi, rendono credibile che i Tarocchi provengano dal saggio paese orientale.
  • L’Italia: La più accreditata delle tante leggende che ruotano intorno alla genesi dei Tarocchi. Leggenda vuole che nel 1400, alla corte di Filippo Maria Visconti, Duca di Milano, l’arte esoterica della lettura delle carte fosse molto diffusa. Nei documenti storici dell’epoca, sono molti i riferimenti all’utilizzo di mazzi dai classici semi di Bastoni, Spade, Copper e Denari per la predizione e la richiesta di consiglio.
  • Gitana: Secondo questa credenza, i Tarocchi vennero portati in Europa dall’Egitto dalle popolazioni gitane che li ridisegnarono, poi, prendendo spunto dai Tarocchi di Marsiglia ma infondendovi tutto il sapere delle civiltà con le quali venivano in contatto durante il loro viaggio.

Cosa sono i Tarocchi

I Tarocchi sono lo strumento per mezzo del quale viene diffusa l’arte della Cartomanzia. Le diverse figure si prestano a differenti metodi interpretativi, per questo, per la loro lettura, è sempre bene affidarsi a persone competenti.

I Tarocchi altro non sono che l’insieme del sapere originario diviso negli antichi testi di oscure, antiquate civiltà e le immagini che compongono il mazzo sono le figure create durante persecuzioni religiose e non che, spesso, servivano per camuffare importanti messaggi segreti che nascondevano le perdute conoscenze esoteriche e religiose. I significati vengono racchiusi nella combinazione delle immagini e le verità che nascondono vanno svelate per poter interpretare le diverse caratteristiche e tematiche della spiritualità e della vita di ogni singolo individuo.

Dalla notte dei tempi, la Cartomanzia affascina ed attrae anche persone dapprima affermatesi scettiche. Le carte ci raccontano il passato ( senza passato non ci sarebbe un futuro da leggere ), ci aiutano a meditare sulle nostre vite ed a ritrovare la spiritualità perduta, ci suggeriscono la via migliore da intraprendere per raggiungere gli obbiettivi che ci siamo prefissati.

Esse ci svelano il futuro attraverso le loro immagine che, agli occhi di un inesperto, potrebbero non avere senso e divenire incomprensibili.

Il mazzo di Tarocchi è composto da 78 carte di quattro semi differenti, 56 di queste carte sono definite Arcani Minori mentre 22 sono gli Arcani Maggiori ( sono le figure principali e rappresentano la base della Cartomanzia ).

Gli Arcani Maggiori costituiscono gli archetipi universali e rappresentano gli stadi interni della personalità e della spiritualità.

I Tarocchi non devono essere considerati come una sorta di magia ma come una guida alla vita, così come erano considerati nel medioevo. Le carte dei Tarocchi sono, in ogni casso, dei veri e propri piccoli capolavori, delle opere d’arte di piccole dimensioni la cui forza deriva dal misticismo e che servono per illuminare la nostra anima e guidarci tra i problemi più intricati.

Gli Arcani, parola che ben simboleggia le antiche civiltà, non sono stati sempre usati per prevedere il futuro ma, anche, per tramandare l’antico sapere degli anziani saggi.

Alcune storie raccontano che anche i Templari le usassero per le iniziazioni dei neofiti, attraverso esse, infatti, potevano infondere e passare il loro sapere ai nuovi adepti.La più famosa Cartomante della storia è sicuramente Marie Anne Adélaide Lenormand, più nota come Mlle Lenormand. Esoterista francese, era la personale consulente e consigliera della moglie di Napoleone Bonaparte. A lei si deve l’omonimo mazzo di carte nate nel 800 e riprodotte in più di una variante.

Metodi di divinazione

A seconda della domanda che poniamo, del dubbio che ci interessa,il cartomante sceglierà il metodo di divinazione più adatto per avere una risposta precisa al problema che ci logora.

La Croce Celtica è il metodo più famoso e più diffuso, consigliato per chi si concentra, in modo particolare, su una domanda precisa, è assolutamente consigliato quando il consultante vuol fare chiarezza su alcuni punti precisi della sua vita.

Quello della Relazione di Coppia è un metodo indicato quando il consultante vuole chiarire alcuni aspetti della propria relazione sentimentale o dissipare la nebbia calata su una decisione o su di una aspettativa, di coppia, per il futuro insieme.

Il Compleanno consente al Cartomante di tracciare un’idea di quello che il consultante potrà realizzare entro il suo prossimo compleanno e di dare consigli su come poterlo realizzare.

Quello delle Dodici Case è anche detto metodo Astrologico. Ogni immagine viene letta singolarmente in quanto rappresenta una delle dodici case dello zodiaco e bisogna tener conto degli aspetti positivi e di quelli negativi della casa. Con questa metodologia, non sarà necessario concentrarsi su una domanda in particolare, le carte, da sole, daranno le proprie indicazioni.

Il metodo delle Cinque Carte utilizza solo gli Arcani Maggiori e viene, solitamente, utilizzato per rispondere ad una sola domanda precisa ma su qualunque aspetto della vita ( lavoro, amore, soldi etc. ).

Alcuni Arcani Maggiori

L’Appeso rappresenta un giovane uomo appeso ad un albero per una caviglia. Può rappresentare la morte in quanto molti cavalieri, nel corso dei secoli, sono stati ritrovati nelle loro tombe nella stessa posizioni. Oppure può essere associato al Dio pagano Dioniso le cui immagini venivano appese agli alberi come buon auspicio che donasse fertilità e buon raccolto.

La Papessa e la Torre rappresentano, rispettivamente, Maria Maddalena ed i Templari. La prima simboleggia , anche, una donna dal grande carisma, fede morale ed autorevolezza.

La lettura – Perché affidarci ad un professionista

La Cartomanzia professionale prevede due tipi di letture dei Tarocchi: Lettura con Domanda e Lettura Aperta.

La prima, quando si ha bisogno di esprimere un quesito preciso, può essere apportata solo da un esperto in grado di estrapolare il reale significato delle carte che deve saper esporre con esattezza quel che rivelano.

La lettura aperta viene per lo più richiesta quando si desidera affrontare un largo spettro di aspetti di vita, non uno preciso, solitamente in un periodo di transizione.

Le carte, se lette da un esperto possono aiutarci a ritrovare spiritualità, consapevolezza, possono illuminare i periodo bui della vita e riavvicinare alla religione aiutando a recuperare la propria parte più trascendentale.

I Tarocchi indicano eventi che devono ancora avvenire e ci aiutano ad affrontarli vivendo al meglio amori, cambiamenti professionali o a scoprire il periodo migliore per la nostra fortuna.

Gli scettici che si chiedono come sia possibile leggere il passato, vedere il presente e prevedere il futuro, non sanno che le carte erano utilizzate per scegliere re, mogli e momenti.

La Cartomanzia, insomma, può aiutarvi a gestire ansie, paure, timori, emozioni a cui potremmo rivolgerci in maniera più obbiettiva.

Ricordiamo però che, la Cartomanzia, come ogni professione, deve essere operata da professionisti del settore. Persone specializzate e competenti perché, questo lo sappiamo tutti, la lettura dei Tarocchi non è da tutti ne per tutti e, come ogni professione, va giustamente retribuita.

Chiama 0689083809 per ricaricare carta di credito

Offerta Fedeltà

Solo 69 centesimi al minuto da tutti i telefoni

Ricaricando 50 euro con carta di credito, ottieni un bonus di 10 euro!

Chiama Ora 06.890.83.809

Servizio di Cartomanzia Telefonica offerto da Esperto SEO Srl - Viale Cesare Battisti 179, 05100 Terni (TR) - C/F P.Iva 01512540558